Ambiente Ibleo - Portale ambientalista del Sud-Est Siciliano

Il Medioevo prossimo venturo

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 25 settembre 2006

Il medioevo a Modica.jpgHa fatto tappa in città questo fine settimana lo spettacolo itinerante “Le vie del Medioevo”, l’Amministrazione comunale ed il Sindaco hanno prontamente aderito all’iniziativa ed hanno fatto bene, infatti ci sono  molti spunti e somiglianze che giustificano tale manifestazione !

In effetti, i depuratori rotti conferiscono alla città un’atmosfera da “fogna a cielo aperto che può ben ricordare i primi agglomerati urbani dei secoli bui; l’Amministrazione che rilascia concessioni illecite ai soliti potentati, è una vivida rappresentazione (magari con meno onore) dell’avida e prepotente rapacità di quei signorotti feudali che si facevano beffe della legge o l’accomodavano a seconda delle proprie esigenze; le distruzioni operate su porzioni sempre più vaste di territorio dove centinaia di carrubi ed olivi in piena campagna bruciano o vengono estirpati per far posto a enormi ed improbabili nuovi modelli di sviluppo economico, ricordano bene certe desolate descrizioni del paesaggio dopo il passaggio delle tribù barbariche; i furti e gli atti di inciviltà sempre più frequenti nelle strade, nelle case, e nei negozi del centro, anche in pieno giorno, rendono effettivamente giustizia al senso di insicurezza personale che caratterizzava quelle fragili comunità. (continua…)

I Verdi di Modica incontrano il Ministro per l’Ambiente Pecoraro Scanio e consegnano le 2.500 firme

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 12 settembre 2006

ministro.jpgIeri alle 18.30 a Siracusa abbiamo mantenuto la promessa fatta alle oltre 2.500 persone  consegnando personalmente nelle  mani del Ministro dell’ambiente Pecoraro Scanio la lettera sottoscritta soltanto venti giorni fa in spiaggia a Marina di Modica.
Questo incontro segna un passo molto importante nella battaglia per la salvaguardia del nostro territorio, e ci stimola ulteriormente a proseguire il cammino intrapreso.
Durante l’esposizione della vicenda, parlando della scultura di sabbia che rappresenta un angelo caduto con l’ala spezzata, emblema del sogno infranto, il Ministro ha stigmatizzato dicendo che “a noi piacciono gli angeli con le ali intere”.
Inoltre ci ha rassicurato affermando che, oltre a farsi carico personalmente di chiarire quanto è accaduto, interesserà anche il Ministero dei Beni Culturali per capire come sia stato possibile che la Sovrintendenza abbia dato parere favorevole ad un progetto simile. Stando a quanto mi è stato riferito - ha dichiarato il ministro - non è possibile che sia stata rilasciata una concessione a costruire in una zona come quella interessata, mi farò carico personalmente di chiarire i termini della vicenda.
Nei prossimi giorni inoltreremo una lettera all’Assessore al Territorio ed Ambiente della Regione Siciliana per renderlo edotto dei termini della vicenda.

La rassegna stampa  >>> (continua…)

Pensare Modica

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 10 settembre 2006

“Le leggi sono le condizioni, colle quali uomini indipendenti ed isolati si unirono in società, stanchi di vivere in un continuo stato di guerra e di godere una libertà resa inutile dall’incertezza di conservarla. Essi ne sacrificarono una parte per goderne il restante con sicurezza e tranquillità. La somma di tutte queste porzioni di libertà sacrificate al bene di ciascheduno forma la sovranità di una nazione, ed il sovrano è il legittimo depositario ed amministratore di quelle; ma non bastava il formare questo deposito, bisognava difenderlo dalle private usurpazioni di ciascun uomo in particolare, il quale cerca sempre di togliere dal deposito non solo la propria porzione, ma usurparsi ancora quella degli altri.
Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene. 1763

La legge non è qualcosa che “intralcia, non è un inutile freno, non è nemmeno qualcosa che si può aggiustare o stiracchiare quando non ci piace. La legge è lo scudo che protegge la collettività e che consente il vivere civile di una società. Bisognerebbe sciacquarsi la bocca quando se ne parla e prendersi un minuto di raccoglimento prima di cominciare.

Quando noi segnaliamo l’illegalità di un intervento, non é perché amiamo “la cultura del sospetto, ma perché, dati alla mano, vogliamo impedire che la collettività (di cui fa parte, probabilmente senza saperlo, anche l’inconsapevole Militello) venga usurpata di un proprio diritto. Non posso credere che nel terzo millennio qualcuno possa ancora in buona fede non comprendere queste motivazioni. Nasce dunque il sospetto della malafede. (continua…)

La politica dell’occhio strizzato

Pubblicato in Rassegna Stampa da admin il 9 settembre 2006

Le bufale del consigliere Militello 5,90 Mb Giornale di Sicilia 9 settembre 2006

Abidjan sei morti per rifiuti tossici da nave

Pubblicato in Articoli da admin il 8 settembre 2006

La nave è greca con bandiera di Panama ed è stata noleggiata da una multinazionale con sede in Olanda e quartier generale in Svizzera 

probo_koala.jpgABIDJAN (Costa d’Avorio) - L’Africa è l’immondezaio del mondo e questa storia che arriva dalla Costa d’Avorio lo conferma. Nella capitale Abidjan sei persone (tra cui quattro bambini) sono già morte, 23 sono state ricoverate in ospedale e quasi 16 mila hanno dovuto ricorrere a cure mediche per i rifiuti tossici scaricati da una nave noleggiata da una multinazionale. Anche se, ammette il portavoce del ministero della Sanità ivoriano Simeon N’Da, molte richieste potrebbero essere dovute a una psicosi collettiva. Sul fatto sta ora indagando una commissione dell’Onu perché si tratta di un intrigo internazionale. (continua…)

Il ponte sullo stretto e la questione politica

Pubblicato in Articoli da admin il 5 settembre 2006

Liberare la questione del ponte sullo stretto dall’abbraccio soffocante delle ideologie e del peso dei tanti luoghi comuni, credo ci sia un solo percorso: esaminare gli studi che nel corso degli anni sono stati prodotti da organi competenti e qualificati.

Il materiale non manca: il progetto della Spa, le analisi degli Advisor, la relazione della commissione ad hoc del passato consiglio comunale di Messina, i rilievi mossi dal Cipe, le deduzioni del Wwf, lo studio di fattibilità economica dell’Università di Reggio, solo per citarne alcuni. Ebbene, alla fine di una paziente e serena lettura, alcuni interrogativi si impongono e pretendono una risposta chiara. Vado per accenni: si dice che il ponte si farà senza impegno per le casse dello Stato, cioè con capitale interamente privato. (continua…)

Al sig. Sindaco della Città di Modica e ai sig. Consiglieri

Pubblicato in Varie da admin il 4 settembre 2006

Il Movimento dei Verdi della città di Modica nella persona del Coordinatore cittadino dott. Agr. Corrado Rizzone, in relazione all’argomento tema di discussione in codesto Consiglio comunale, pur non facendo parte di questa civica assise, si permette di suggerire e portare a conoscenza quanto segue:

1.    Suggerimento
Revoca della concessione edilizia in autotutela rilasciata alla Portosalvo2 srl, visto e considerato i gravi vizi di forma che di fatto rendono nulla e illegittima la concessione stessa. La Valutazione d’Impatto Ambientale ricordiamo, non è facoltativa, ma propedeutica al rilascio della concessione stessa.
A tale riguardo un esposto denuncia firmato da oltre 250 persone è già in mano agli organi competenti. (continua…)

Alcune precisazioni

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 2 settembre 2006

gazebo.jpgRelativamente al villaggio turistico Itaparica, il Movimento dei Verdi di Modica al fine di incanalare il dibattito su di un discorso produttivo, puntualizza:

La lettera che gli oltre 2.500 cittadini hanno sottoscritto è indirizzata al Ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio e correttezza vuole quindi, che tali firme vadano in mano al Ministro, che tra l’altro ha l’Alta Vigilanza sui Siti d’Interesse Comunitario. A tale proposito abbiamo già preso contatto con la segreteria personale del Ministro e siamo in attesa di un appuntamento, impegni istituzionali permettendo… Rassegna stampa >>> (continua…)

Fighting on the Sicilian beaches for the environment

Pubblicato in English da admin il 1 settembre 2006

Hard workin’ for the Greens of Modica, in the province of Ragusa, Sicily (Italy).

To prevent a tourist village being built on their local beach, they built a statue of sand. The impressive statue of a fallen angel - an emblem of their shattered dreams - his wings detached as he lies across the beach, was 14 metres long, 140 metres square and 2.5 metres high at its highest point. The sculpture was modelled from 100 tons of sand and 10,000 litres of sea water (no vinyl glue or any other glue, they are Green!) was used to keep it wet and prevent its collapse over its week-long life. (continua…)