Ambiente Ibleo - Portale ambientalista del Sud-Est Siciliano

Sistema provinciale di smaltimento dei rifiuti

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 25 ottobre 2006

Avendo partecipato in questi giorni alle riunioni relative al sistema provinciale di smaltimento dei rifiuti, sia del tavolo tecnico istituito per affrontare le questioni legate ai previsti impianti del sistema Tifeo-Augusta, sia del Consiglio provinciale aperto convocato in seguito all’allarme ambientale che la questione rifiuti determina nella nostra provincia; (continua…)

Strategie per l’eliminazione dei rifiuti

Pubblicato in Documenti da admin il 17 ottobre 2006

Come è ben noto, le principali strategie per eliminare i rifiuti ed i residui prodotti dalle attività umane sono tre:

l’incenerimento, il collocamento in discarica ed il riciclaggio. Queste tre pratiche possono coesistere e non devono essere considerate, pertanto, come assolutamente alternative. Hanno tuttavia una diversa sostenibilità e con oculate scelte in ambito politico si può favorire l’una o l’altra pratica e conseguentemente orientare le decisioni tecniche necessarie. Ognuna delle strategie sopra considerate presenta vantaggi e svantaggi, che saranno più o meno evidenti anche in relazione agli ambiti ed alla scala prescelti per le valutazioni operate. (continua…)

Protezione patrimonio naturale

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 12 ottobre 2006

Si comunica al Sig. Sindaco, all’Amministrazione e ai sig. Consiglieri tutti, che sin dal 28 luglio corrente anno esiste un comunicato dell’Assessorato Territorio ed Ambiente Dipartimento servizio - Protezione Patrimonio Naturale -  relativamente alla cessione a titolo oneroso di terreni e beni immobili ricadenti in aree protette (SIC e ZPS) all’Amministrazione Regionale, il quale invita gli Enti in indirizzo a dare  la massima diffusione ai cittadini ricadenti nel proprio territorio, al fini di far pervenire a tale Assessorato le domande entro e non oltre il temine del 30 ottobre.

Constatiamo come i nostri ripetuti sforzi in favore di una tutela del patrimonio naturale del nostro territorio, sia in forma di dura protesta, sia in forma di fattive e reali proposte, attestino ancora una volta la poca propensione, al di là di qualche solenne proclama, da parte di codesta Amministrazione verso una reale e convinta politica ambientale.

Documento Assessorato in pdf

Marcia per il sistema ferroviario da Modica a Ragusa

Pubblicato in Comunicazioni da admin il 11 ottobre 2006

L’assemblea dei ferrovieri della provincia di Ragusa, riunitasi a Modica il 7-10-2006 per discutere del gravissimo stato del trasporto su rotaia in provincia e in tutto il versante della Sicilia Sud-Orientale, dopo ampia e articolata discussione, ha deciso di promuovere una
MARCIA PER LE FERROVIE
DA MODICA A RAGUSA
Per sabato 11 novembre 2006. I marciatori partiranno dalla stazione di Modica alle ore 8, percorreranno la vecchia statale 115 per arrivare a Ragusa attorno alle 12,30 e confluire in una sala cittadina dove avrà luogo una assemblea popolare. (continua…)

Dal 9 ottobre la Terra è in «debito ecologico»

Pubblicato in Articoli da admin il 9 ottobre 2006

Il primo «Overshoot Day» fu calcolato il 19 dicembre 1987

Un parametro che misura il punto in cui le risorse utilizzate dagli esseri umani superano quelle che il pianeta è in grado di produrre

LONDRA - Da lunedì 9 ottobre fino alla fine dell’anno la Terra sarà in «debito ecologico». Un parametro che misura il punto virtuale in cui le risorse del pianeta utilizzate dagli esseri umani superano quelle che il pianeta stesso è in grado di produrre. Quindi si va in una sorta di «bolletta» dell’ambiente, per la quale al contrario di un conto corrente in rosso, non si sa bene chi deve intervenire. O meglio si saprebbe, visti i pochi risultati sul fronte del consumo energetico e della ricerca di fonti alternative e le mancate adesioni al protocollo di Kyoto di potenze come gli Stati Uniti e la Cina.
DISTANZA CHE SI RIDUCE - Il fatto scolvolgente è che il cosiddetto «Ecological Debt Day» (o Overshoot Day) viene anticipato ogni anno. Il che significa che il pianeta fa sempre più fatica a «star dietro» alle nostre sempre crescenti necessità. Il primo «giorno in debito» fu calcolato nel 1987, esattamente il 19 dicembre. Diciannove anni dopo viene anticipato di quasi due mesi, al 9 ottobre. (continua…)