Ambiente Ibleo - Portale ambientalista del Sud-Est Siciliano

Sospese le autorizzazioni per i termovalorizzatori in Sicilia

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 23 novembre 2006

Una grande vittoria non solo per i Verdi ma per tutti i cittadini 

La Federazione Provinciale dei Verdi di Ragusa esprime soddisfazione per la sospensione delle autorizzazioni in Sicilia dei cosiddetti termovalorizzatori (meglio chiamarli termocombustori, termobruciatori, inceneritori) .

La scelta operata ieri dal Ministro per l’ambiente di concerto con i ministeri alla salute e allo sviluppo riapre una nuova fase per la gestione dei rifiuti nell’Isola.
Il piano rifiuti “inceneritorista” della giunta regionale stava per  trasformare la Sicilia nella pattumiera d’Italia, importando rifiuti da tutta la penisola per alimentare i quattro inceneritori previsti, e per questo Cuffaro per anni ha  bloccato volutamente l’avvio di una seria raccolta differenziata nell’isola. (continua…)

IL SOGNO ECOLOGISTA E LA SFIDA DEL CAMBIAMENTO

Pubblicato in Documenti, Varie da admin il 14 novembre 2006

IL DOCUMENTO POLITICO DALL’ASSEMBLEA NAZIONALE  dei VERDI 10-11-12 novembre 2006

assemblea.jpg

La Conferenza di Nairobi di novembre verificherà lo scenario della seconda
fase di attuazione del protocollo di Kyoto di fronte alle sempre più allarmanti
conseguenze del cambio climatico. Lo scioglimento dei ghiacciai, l’aumento
dei fenomeni climatici estremi, la diffusione di virus e patologie in nuove
aree, la febbre del pianeta cominciano a preoccupare non solo ambientalisti e
scienziati ma tutti i cittadini.

La Conferenza di Nairobi di novembre verificherà lo scenario della secondafase di attuazione del protocollo di Kyoto di fronte alle sempre più allarmanticonseguenze del cambio climatico. Lo scioglimento dei ghiacciai, l’aumentodei fenomeni climatici estremi, la diffusione di virus e patologie in nuovearee, la febbre del pianeta cominciano a preoccupare non solo ambientalisti escienziati ma tutti i cittadini. La missione mondiale dei Verdi è sempre più quella di diffondere
consapevolezza e cambiare le politiche e gli stili di vita per costruire
un’alternativa economica e sociale in armonia con i cicli naturali.
Questa nuova politica serve non solo a salvare il pianeta ma anche a garantire
il benessere dei cittadini sempre più minacciato da una crescita quantitativa
incontrollata.

E’ la politica della qualità e dell’armonia: un benessere vero non minacciato
dall’inquinamento, dagli sconvolgimenti climatici dalle guerre e dalle
ingiustizie.
In Italia, la Federazione dei Verdi, nata 20 anni fa a Finale Ligure è riuscita,
nonostante le limitate risorse, ad ottenere molti positivi cambiamenti nella
politica, nella legislazione, nel governo di città, province e regioni. (continua…)

Interrogazione Parlamentare sul caso Itaparica e il Territorio Modicano

Pubblicato in Comunicati Stampa da admin il 9 novembre 2006

E’ stata presentata una interrogazione parlamentare dal Senatore Battaglia dei DS a firma congiunta con la Senatrice Anna Donati della Federazione dei Verdi relativamente al progetto Itaparica e alle questioni ambientali del territorio di Modica.

Nello specifico si chiede, sia al Ministro per l’Ambiente che al Ministro dell’Interno:
se non ritengano che il comune di Modica, in mancanza della VIA e della Valutazione di Incidenza (vera e propria documentazione fondante per progetti di questo tipo), non solo non avrebbe dovuto rilasciare la concessione ma avrebbe anche dovuto annullare definitivamente ogni atto autorizzativo, invece di limitarsi a sospendere i lavori per 180 giorni;
se ai Ministri in indirizzo risultino altri procedimenti penali o notizie di reato legate alla vicenda o a vicende simili e quale sia la situazione del rispetto delle normative ambientali nell’area del comune di Modica;
quale sia la valutazione dei Ministri in indirizzo sull’impatto che l’edificazione dell’impianto avrà sul delicato ecosistema delle dune di Marina di Modica e se consentire tale costruzione non sia in contrasto con le linee guida del Governo che in sede di legge finanziaria impegna lo Stato in un fattivo intervento contro i cosiddetti “ecomostri”; (continua…)

Un miliardo di persone in pericolo. Soprattutto bambini

Pubblicato in Articoli da admin il 6 novembre 2006

Inquinamento, non solo Chernobyl
ecco la top ten delle città a rischio

Un istituto newyorkese ha stilato la classifica dell’emergenza

Cinque i siti nell’ex Urss. Allarme anche in Zambia, Cina, India
Anche il Perù tra le nazioni dove l’emergenza inquinamento è altissima
C’E’ ancora Chernobyl tra i dieci siti più inquinati del mondo. La cittadina ucraina - a vent’anni dall’esplosione nucleare cento volte più potente di Hiroshima e Nagasaki - resta tristemente simbolo della capacità dell’uomo di distruggere se stesso e l’ambiente che lo circonda.

Lo sostiene la classifica stilata dal Blacksmith Institute di New York, organismo di ricerca non profit, secondo la cui denuncia un miliardo di persone si ammala a causa dell’inquinamento. Il direttore dell’istituto, Richard Fuller, sostiene che, sempre l’inquinamento, provoca il 20% per cento dei decessi nei paesi in via di sviluppo. Le tossine ambientali avvelenano gli abitanti sviluppando tumori, infezioni e la nascita di bambini con sindromi gravissime. (continua…)